Durante l’estate abbiamo intervistato i nostri Ospiti, una raccolta della loro esperienza in Rsa

Speciale Covid 19Speciale Covid 19
natale più bello
11 Novembre 2020
Il Natale più bello

Quale scegliere dopo 76 anni di feste?

Come scegliere tra tante feste di Natale quella più bella? Per Giuseppe è una questione di cuore, ed i suoi ricordi sulla festività più attesa dell’anno ricadono a qualche anno fa, non all’infanzia. Il ricordo di Giuseppe è legato al matrimonio di suo figlio, a quando 5 anni fa ha potuto assistere all’evento che forse lo ha coinvolto di più in tutta la sua vita. tanti auguri a tutti gli amici con i quali siamo stati insieme, che sono bravi L’emozione legata ai figli Giuseppe ci insegna che ad un momento segnante deve essere legata la buona compagnia con la quale poterlo condividere. La dimostrazione di ciò è racchiusa nel suo saluto, semplice e spontaneo dove riassume l’emozione legata ad una giornata importante che non dimenticherà mai.   POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE: Tradizione e ricordi di un Natale d’altri tempi Il Viaggio di una Nonna in Australia Nipoti golosi Tutte le News
tavola della festa
11 Dicembre 2020
La tavola delle Festa di Natale

Una storia di convivialità

Giuseppina ci porta direttamente a casa sua, con un racconto molto dettagliato che descrive l’importanza della convivialità in famiglia tra i parenti più stretti per mantenere l’intimità della festa. Il Cappone ed i Cappelletti erano i principi della tavola, senza distrazioni come a voler rispettare la sacralità del giorno più magico dell’anno. Una storia di altri tempi, di chi il Natale non lo viveva come una celebrazione del materialisimo, ma come un momento per riunirsi, aperto a pochi. I più vicini. Un Natale che non è stato mai associato al ricordo dello scambio di ricchi doni e alberi addobbati. si festeggiava in famiglia e non si invitava nessuno Un Natale in intimità Le Storie spontanee dei nostri Anziani sono ognuna la fotografia di un nucleo familiare, di un territorio, di una tradizione talvolta rivisitata, ma pur sempre mantenuta e rispettata. Ognuno porta con sé il ricordo legato alla propria famiglia, alle proprie origini ed attraverso la diversità di ciascuno ci aiuta ad aprire una finestra su un mondo ormai lontano, per molti di noi forse sconosciuto. Ne è esempio Giuseppina, che tornando indietro nel tempo ci racconta un Natale tra pochi intimi, ma con molto affetto. Un Natale di altri tempi. POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE: Tradizione e ricordi di un Natale d’altri tempi Il Viaggio di una Nonna in Australia Nipoti golosi Tutte le News
profumo del pane natale
11 Dicembre 2020
Il Profumo del Pane a Natale

Il cestino preparato dalla Nonna per tutta la famiglia

Quale Natale scegliere tra i più belli ad 84 anni? Il Natale in compagnia dei nonni, il più semplice dove tutta la famiglia era riunita a tavola in trepidante attesa del cestino di pane con la mela. Il Natale dell’infanzia di Ilde scorre veloce nel tempo, con il profumo del pane cotto in forno che ci entra in casa. Ricordi e tradizioni di un tempo che scandivano i giorni che precedevano la festività nelle case delle famiglie, scoperti attraverso i racconti del nostri Anziani. oggi i ragazzi hanno tutto, ma manca lo stesso qualcosa Il Natale di ieri Ilde racconta un Natale lontano, fatto di semplicità e spensieratezza, dove tutto era diverso e accontentarsi era facile con il sorriso e la franchezza di chi può lasciare un messaggio ai più giovani. Il suo video è un momento per pensare ai nostri giorni, alle abitudini imposte dalla modernità che ci porta ad avere molte più cose di quelle che aveva la vecchia generazione, e a ciò che di più prezioso sarebbe importante avere durante le festività.   POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE: Tradizione e ricordi di un Natale d’altri tempi Il Viaggio di una Nonna in Australia Nipoti golosi Tutte le News
addobbi albero natale
11 Dicembre 2020
Gli Addobbi dell’Albero di Natale

Il Racconto particolare di un passato lontano

Come si faceva l’albero di Natale negli anni Cinquanta? Ce le racconta Carla, con la storia del suo Natale d’infanzia. Una casa innevata, una delle poche con la stufa all’interno, lusso che in pochi potevano permettersi, ma dove le piccole cose erano gli elementi perfetti per un Natale sereno. L’albero di Natale si sa, talvolta diventa un elemento di arredo, una scusa per colorare l’ambiente ed avere un un’aura magica che avvolge tutta la casa per raccogliere i regali di grandi e piccini, ma non per Carla, che lo addobbava con cura seguendo gli addobbi di un tempo. prima non usavano le palline, ma le statuette di zucchero Un Natale di quando ero giovane Nella casa di Carla non usavano le palline, ma tante cose buone da mangiare. L’albero era abbellito dalle statuine di zucchero, dagli Agnolotti cucinati nei giorni che che precedevano la veglia e che venivano mangiati in famiglia, scaldati dalla stufa a legna, ma soprattutto dal buon brodo che accompagnava il piatto forte della tavola di Natale. POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE: Tradizione e ricordi di un Natale d’altri tempi Il Viaggio di una Nonna in Australia Nipoti golosi Tutte le News
natale nipoti
14 Dicembre 2020
Il Natale con i Nipoti

Abbuffate e scambio dei regali nel corso del tempo

Come si trascorreva il Natale qualche anno fa? In una tavola, tutti insieme con la famiglia riunita, nel caso di Bruna tantissime persone, per una giornata trascorsa a scambiarsi i regali e a mangiare.. anche troppo! Un Natale pieno di sentimento, un momento di festa da trascorrere in compagnia di nipoti e figli riuniti insieme intorno ad una tavola imbandita. Parte da qui il racconto della nostra Ospite, che ci spiega in poche parole l’evoluzione del giorno di Natale negli anni è dei pensieri destinati ai più giovani. dopo si giocava a tombola, per i bambini piccoli c’era il regalino e dopo la busta Il gioco della Tombola, una tradizione ancora presente Bruna ci lascia immaginare una grande tavolata tra cartelle della tombola preparate a mano e fagioli, segna numeri di un tempo che ancora oggi i più fortunati possono aver provato grazie alla presenza dei nonni. Un mondo per noi lontano, ma solo nel tempo perché ancora vive le tradizioni che nella maggior parte della case vengono portate avanti dalle nuove generazioni.   POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE: Tradizione e ricordi di un Natale d’altri tempi Il Viaggio di una Nonna in Australia Nipoti golosi Tutte le News
natale pollo arrosto
14 Dicembre 2020
A Natale Pollo Arrosto, non Cappone

Il cestino preparato dalla Nonna per tutta la famiglia

Il Natale, sinonimo della riunione della famiglia, di un’intera giornata insieme tra pranzo è partite a tombola. Nella famiglia di Maria è associato al ricordo della condivisione, con undici persone insieme che trascorrevano momenti di gioia fino alla mezzanotte… perché insieme si rimaneva anche l’indomani, al solo scopo di continuare la festa. Tutta la semplicità di una festa tradizionale raccontata dal sorriso di chi ha sempre tenuto la porta di casa aperta e ha saputo fare della compagnia e del Pollo Arrosto l’arma in più di un Natale felice è spensierato. poi li salutavamo tutti, per chi veniva il giorno dopo c’era posto, chi non veniva rimaneva a casa sua Il Natale di ieri Ma cosa si mangiava a casa di Maria? Il Pollo Arrosto e non certo il Cappone come ci tiene a sottolineare nel dettagliato racconto del menù del giorno della festa. Un video molto simpatico di come veniva visto il Natale che sapeva rinunciare ad un piatto della tradizione, il noto Capù nel dialetto bergamasco, ma non al piacere dello stare insieme. POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE: Tradizione e ricordi di un Natale d’altri tempi Il Viaggio di una Nonna in Australia Nipoti golosi Tutte le News
natale da riscoprire
14 Dicembre 2020
Un Natale da riscoprire

Una riflessione a cuore aperto

Come era un tempo il Natale? Diverso, perché sentito e trascorso in compagnia dei familiari. Con l’evoluzione che stiamo vivendo sono cambiate molte cose. Le parole del nostro Alberto sono un monito per le nuove generazioni, per noi tutti che alle prese con un mondo nuovo. Il ricordo vivido della grande attesa, le aspettative ed i regali di tanti anni fa. Un Natale fatto di semplicità, di condivisione e momenti trascorsi in compagnia delle storie dei nonni che oggi ha un significato diverso, ma sempre molto forte. quello che avevamo a Natale, lo abbiamo tutti i giorni Il Natale di oggi, i ricordi di un tempo Il contributo di Alberto è una considerazione trasparente della differenza tra le festività vissute in passato e i giorni nostri. La voce di un Ospite che apre ad una necessaria riflessione da parte di tutti noi, e che soltanto attraverso un ponte tra la nostra e la vecchia generazione possiamo ricoprire nel suo sapore più tradizionale, nella semplicità perduta.   POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE: Tradizione e ricordi di un Natale d’altri tempi Il Viaggio di una Nonna in Australia Nipoti golosi Tutte le News
24 Dicembre 2020
Le Frittelle di Natale

La preparazione del pranzo in famiglia

“A dicembre succede che arriva il Natale e arriva il Bambino..”. Parte da qui la Storia di Maria Addolorata, con una precisazione, prima di raccontare i dettagli del pranzo di Natale. Un pranzo che permetteva al  nucleo famigliare più intimo di riunirsi, che si occupava di servire a tutta la famiglia allargata in occasione della grande festa. a dicembre arriva il bambino, si fa il presepe e soprattutto si mangia Spontaneità d’altri tempi Maria Addolorata è l’esempio perfetto della spontaneità d’altri tempi, come i tanti ricordi che ci ha raccontato al di fuori del video. Un esempio? Come nascevano le tante cose da mangiare che ci descrive nella sua storia, tra cui le frittelle per i 7 commensali presenti il giorno di Natale; o la preparazione del pranzo, dopo aver raccolto frutta e verdura nella campagna di famiglia, compito suo e della Madre, mentre il padre si occupava degli animali della fattoria. Una giornata in cui tutti avevano un compito ben preciso prima di sedersi a tavola, che Maria Addolorata racconta con grande orgoglio. Un modello familiare che l’ha guidata per tutta la vita e grazie al quale ha fatto suoi i preziosi insegnamenti tramandati nel tempo ai suoi figli e ai suoi nipoti.   POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE: Tradizione e ricordi di un Natale d’altri tempi Il Viaggio di una Nonna in Australia Nipoti golosi Tutte le News
24 Dicembre 2020
Il Cardone in Brodo nel giorno di Natale

Un Ricco menù all'insegna della tradizione abruzzese

Ripercorrere tutti i momenti di un Natale di 80 anni fa non è semplice, soprattutto se ricco di dettagli e aneddoti legati alla preparazione del Cardone in Brodo, e a tanti altri piatti tradizionali. Eppure per la nostra Graziella lo èe, perché ancora vivo il ricordo della famiglia riunita e dei valori conservati nel giorno più bello dell’anno. andiamo incontro al Santo Natale Cardone in Brodo, crespelle e tanta simpatia Graziella ci descrive il suo Natale in famiglia e ci porta direttamente nell’antica cucina di sua madre, dove attraverso le sue parole ci perdiamo tra i profumi del Cardone in Brodo e delle crespelle fritte. Un simpatico racconto ricco di significato, un video coinvolgente dove riscopriamo il valore della famiglia, del territorio e l’abbondanza di un Menù tradizionale. E proprio Graziella, tra una ripresa e qualche momento per ripensare alla sua infanzia ci svela con gli occhi colmi di gioia i momenti che trascorreva in cucina preparando con sua mamma le Crespelle, il tipico dolce abruzzese che aveva il compito di cuocere e servire a tutti commensali durante la Cena di Natale.   POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE: Tradizione e ricordi di un Natale d’altri tempi Il Viaggio di una Nonna in Australia Nipoti golosi Tutte le News
11 Dicembre 2020
Il fascino di un antico gioco equestre

Da Alessandria a Oristano, il Carnevale di qualche anno fa

Quale potrebbe essere il ricordo più vivido di un Carnevale d’infanzia? Quello di Oristano, legato ad un antico gioco equestre sinonimo di folklore e tradizione. Ebbene si, l’aneddoto della Sig.ra Ilde ci proietta nei colori di una festa sarda, dalle origini sconosciute: la Sartiglia, conosciuta come corsa alla stella organizzata ad Oristano dove non esiste Carnevale senza questa festa. Una manifestazione particolarmente apprezzata non soltanto in Sardegna, perchè capace di coniugare lontane usanze mai perdute con il fascino di un gioco originale. venivano da tutti i paesi La Sartiglia di Oristano: un antico gioco equestre Ilde ci proietta sul campo battuto dai cavalieri nella settimana che accompagna tutto il periodo carnevalesco di Oristano. Colori e suoni che possiamo immaginare grazie alla memoria della nostre Ospite che ci fa conoscere da Alessandria un gioco della distante Sardegna. Un  racconto che non ti aspetti, che non si sofferma sui vestiti e sulle maschere, sulle domeniche al parco con la famiglia o della stoffe rispolverate dai bauli per preparare i costumi ai nipoti. Un racconto diverso, affascinante e ricco di significato. Esempio di come le tradizioni rivestano ancora oggi grande importanza nei nostri Anziani e di come possano essere vissute anche attraverso un ricordo d’infanzia. POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE: Tradizione e ricordi di un Natale d’altri tempi Il Viaggio di una Nonna in Australia Nipoti golosi Tutte le News
2 Aprile 2021
Il ricordo del giovedì Santo

Tre giorni di festa, trascorsi in famiglia

Dal Giovedì Santo, alla Santa Pasqua, in compagnia della famiglia e dei compaesani, come da tradizione. Il racconto del Sig. Angelo ci riporta indietro nel tempo, in un’epoca che ormai non esiste più, in cui le Feste erano partecipate da tutti. Gli affetti più cari e i vicini, nella Chiesa di paese e per le strade in Processione. i giorni di Pasqua, tra ricordi e tradizioni Il Giovedì Santo, in attesa della Santa Pasqua Angelo, un giovanotto di 74 anni racconta la sua infanzia con il sorriso. La Processione, vestito da angioletto in compagnia dei parrocchiani, senza poter dimenticare la Via Crucis in attesa della domenica. Tutti riuniti, rigorosamente nel rispetto del menù tradizionale con agnello, pasta al forno ed una buona Colomba artigianale, preparata nei forni di un tempo, quando non esistevano varianti e il profumo delle botteghe arrivava direttamente  in tavola. Angelo è un esempio di vitalità, di chi non ha voluto abbandonare i ricordi e li conserva con gioia. Un esempio di semplicità unico che tiene viva la nostra memoria e ci aiuta a riscoprire il significato della Pasqua tradizionale.   POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE: Tradizione e ricordi di un Natale d’altri tempi Il Viaggio di una Nonna in Australia Nipoti golosi Tutte le News
2 Aprile 2021
Pasqua in Cucina secondo l’estro

Agnolotti, colomba e uova per tutti

La Sig.ra Maria, con un po’ di timidezza iniziale si scoglie per dare vita al racconto di un menù pasquale creato sul momento. Un racconto divertente, di una Signora inizialmente mite che trova la voglia di aprirsi alle domande della nostra Operatrice sui piatti forti della sua cucina! L’Anitra all’Arancia fatta al forno, come la chiama lei è infatti soltanto il primo di una lunga serie di piatti che nascono dal suo estro ai fornelli! il giorno di Pasqua si festeggiava in Famiglia Pasqua in cucina? Parola alla Sig.ra Maria Pasqua in Cucina, tra forno e fornelli dove poter dare sfogo alla fantasia e all’estro per una domenica in Famiglia. La Sig.ra Maria, 92 anni con la lucidità di una ragazza ci svela i suoi piatti forti, variati di anno in anno. Ebbene si, perché dall’Anitra all’Arancia che sembrava essere l’unica preparazione, la nostra Ospite sollecitata dalle domande risponde con un ventaglio di piatti e soprattutto dolci della tradizione! Agnolotti, Colomba e Uova secondo l’estro, perché Maria ci insegna che la Pasqua è anche fantasia e improvvisazione. Ciò che conta è avere sempre la famiglia accanto, che si cucini o che si sia Ospiti! POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE: Tradizione e ricordi di un Natale d’altri tempi Il Viaggio di una Nonna in Australia Nipoti golosi Tutte le News
30 Settembre 2021
Nipoti golosi

Giochi e caramelle per i più piccoli

Il ricordo dei Nipoti strappa sempre un sorriso, come alla nostra Maria, che tra tanti ricordi legati all’infanzia dei suoi amati bambini non può fare a meno di ricordarne la spontaneità negli anni in cui si recavano a casa sua per giocare e trovare il pretesto per avere una caramella. vogliono la caramella, così giocano bene Il pomeriggio dedicato ai nipotini A quanti di noi è capitato di andare dalla nonna, trovare i biscotti appena sfornati e qualche caramella? Le nonne si sa, dedicano tutto il loro tempo ai nipoti con amore incondizionato. Si divertono, rinascono attraverso la loro vivacità e li viziano con dolcetti e biscotti. Ma la loro grande disponibilità non viene sempre riconosciuta dai più piccoli che con tutta naturalezza si giovano della loro bontà strappandogli sempre un sorriso! Le parole di Maria ci riportano indietro nel tempo, con il sorriso di chi ricorda ancora oggi i pomeriggi trascorsi a negoziare un po’ di tranquillità in casa in cambio di qualche caramella. Un racconto breve, ma davvero divertente! POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE: Tradizione e ricordi di un Natale d’altri tempi Il Viaggio di una Nonna in Australia Pasqua in Cucina secondo l’estro Tutte le News
1 Ottobre 2021
Il Viaggio di una Nonna in Australia

Attraversare il mondo per amore dei propri Nipoti

Fino a dove si spingerebbe un nonno per i propri Nipoti? La risposta è scontata, perché non esiste limite all’amore di un Nonno, ma il racconto della Sig.ra Rosaria porta con sé sicuramente tanta originalità un viaggio che non dimenticherò mai In Australia tra i Maori La Sig.ra Rosaria ci racconta il proprio viaggio di circa trent’anni fa verso l’Australia, quando con coraggio decise di andare a trovare la propria Nipote tra i Maori e le terre vulcaniche dell’Australia. Una terra magica e affascinate che le sue parole ci descrivono nei più piccoli particolari, con la spontaneità e lo stupore di chi ha ancora sa ancora emozionarsi per un ricordo lontano. Ebbene, se volessimo davvero domandarci fin dove si spingerebbe una Nonna per i propri Nipoti potremmo dire l’Australia. Un’esperienza unica nella vita, che in pochi hanno avuto il piacere di poter vivere e che Rosaria ci racconta ancora oggi con il sorriso e l’emozione di chi è arrivato fino all’Oceania ed ha attraversato due continenti per arrivare dalla propria Nipote e scoprire un mondo nuovo che mai avrebbe potuto immaginare. POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE: Tradizione e ricordi di un Natale d’altri tempi Nipoti golosi Pasqua in Cucina secondo l’estro Tutte le News
21 Dicembre 2021
Tradizione e ricordi di un Natale d’altri tempi

La Famiglia, il regalo più grande

Tutti insieme in famiglia, intorno al Cappone. Il piatto tradizionale delle feste, tra regali semplici e il piacere di stare insieme raccolti intorno al Presepe in attesa della messa di mezzanotte. a Natale ci regalavamo solo ciò di cui avevamo bisogno Il faro illuminato sul Lago Maggiore La Sig.ra Fernanda ci racconta il suo Natale d’Infanzia, concentrata a cucire a maglia. Un racconto magico, che prende vita man mano che riaffiorano i ricordi della cena di famiglia e della Messa di mezzanotte. Un tuffo nel passato carico di emozione, inizialmente quasi distratto, con il passare dei secondi sempre più carico di pathos. Una bellissima immagine di quanto in passato si riuscisse a trovare un momento anche per fermarsi a riflettere, affacciati sul Lago Maggiore, guardando il faro illuminato e la Rocca di Calde prima di rientrare a casa e andare a dormire. In un mondo sempre più frenetico le parole della nostra Fernanda ci rievocano immagini quasi perdute. Un video breve, racconto pieno di significato sul Natale di tanti anni fa che grazie ai nostri Anziani possiamo conoscere e vivere per la prima volta, come se avessimo avuto modo di essere lì con loro. POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE: Il Viaggio di una Nonna in Australia Nipoti golosi Pasqua in Cucina secondo l’estro Tutte le News