Caregiver: consigli per gestire la quotidianità con l’anziano

Da 14 Giugno 2019 Novembre 14th, 2019 Blog

Essere caregiver è un’attività particolarmente intensa sia sul piano fisico che emotivo, con un pesante impatto sulla sua vita quotidiana: perché il caregiver familiare svolge fino a 7 ore al giorno di assistenza diretta e 11 ore di sorveglianza, per 8-10 anni, nel caso di persone anziane non autosufficienti. Perché ad aiutare gli anziani nelle loro funzioni di vita quotidiana, come mangiare, lavarsi, vestirsi sono, nel 54% dei casi, i loro familiari.

Ma sapevi che – con qualche accorgimento – è possibile vivere questa condizione in maniera più serena e soddisfacente? Ecco qualche consiglio utile:

Fai un piano preciso delle giornate

Organizzare una routine quotidiana, da variare magari nei weekend, così da rendere le giornate più piacevoli e diverse, può essere doppiamente utile: perché i tuoi cari potranno mantenere ritmi che li aiuteranno a essere più lucidi, tranquilli, sereni; e per te, per ritagliarti importanti momenti di riposo fondamentali per evitare il tanto temuto burnout. Ricorda infatti che le persone over 75, spesso, sono abitudinarie ed hanno orari e necessità precise.

Continua
Ritorna alle NewsRitorna alle News

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

16 Settembre 2019 in Blog

Vaccini e senior: cosa c’è di importante da sapere?

Settembre ha bussato alle nostre porte: la stagione fredda, con i suoi malanni si avvicina. Il pensiero, dunque, corre - specie per i senior - sul come prevenire la tanto…
Continua a Leggere
12 Agosto 2019 in Blog

Anziani e Caldo: come vivere un’estate in salute

Agosto è, in genere, il mese più torrido dell’anno. E, dato il progressivo invecchiamento della popolazione, nascono numerosi servizi pubblici di risposta dedicati ad aiutare i senior in difficoltà durante…
Continua a Leggere
15 Luglio 2019 in Blog

Più ti muovi, meno invecchi: danza, yoga e lo sport in terza età

Lo sappiamo tutti: il movimento fisico è un vero passepartout per la salute, soprattutto in età senior, non solo grazie alle attività motorie...
Continua a Leggere