-

Nuovi Ingressi in Rsa: le domande più diffuse

Tutto ciò che c'è da sapere per entrare in Struttura

Da 2 Novembre 2021 Blog, Salute Senior

Anche se l’emergenza Covid-19 non è ancora stata risolta, come dicevamo nel precedente post, le Rsa del Gruppo hanno messo in atto diverse best practices per riaprire ai nuovi Ospiti: protocolli interni, totale aderenza alla Circolare Ministeriale, senza dimenticare la professionalità dei dipendenti, che hanno permesso i nuovi ingressi in massima sicurezza. Ma cosa c’è da sapere, dunque, sull’entrata in una Rsa a livello generico?

Nuovi ingressi in Rsa: quali tipi di soggiorno possono prenotare?

In tutte le nostre Strutture per anziani è possibile prenotare sia per soggiorni definitivi che soggiorni temporanei detti “di sollievo”, che possono servire a prendere confidenza con la vita in RSA, dando alle famiglie la serenità di sapere che il proprio caro si trova in un ambiente piacevole e protetto, oppure sono utili per un periodo in cui un senior necessita di cure particolari, per poi rientrare al suo domicilio: si tratta, in genere, di soggiorni di un mese, per il massimo accudimento dell’Ospite e presa in carico responsabile da parte della nostra equipe assistenziale. Questa tipologia di ricoveri è molto diffusa nei mesi estivi, per esempio. 

Quali documenti devo preparare per l’accesso in Rsa?

Per l’accesso sono necessari: carta identità valida, tessera sanitaria, modulo di ammissione compilato e documenti di eventuali delegati, tutori o amministratori di sostegno. Si può preparare, inoltre, anche la documentazione sanitaria pregressa, così da consegnarla allo staff per un check up, e i dati amministrativi, come indirizzi mail o iban dell’ospite.

Qual è la differenza tra quota sanitaria e alberghiera?

La tariffa giornaliera di ogni RSA è suddivisa in quota sanitaria e quota alberghiera: l’Ospite privato, quindi senza accrediti da parte della Regione in cui vive, versa la quota totale (ovvero, quota alberghiera e quota sanitaria) mentre, all’Ospite accreditato viene addebitata la sola quota alberghiera, dal momento che la quota sanitaria è saldata direttamente dal SSN.

Ogni Ospite, inoltre, può entrare in qualsiasi momento in una residenza quale Ospite privato e successivamente diventare accreditato, nel momento in cui verrà riconosciuta dal SSN l’idoneità alla compartecipazione della spesa per la quota sanitaria.

Va sempre ricordato, però, che ogni Regione ha criteri diversi per ottenere la partecipazione alla spesa. Per accedere all’accreditamento bisogna presentare un’apposita domanda ai servizi sociali del tuo territorio: per maggiori informazioni in merito, chiama il numero verde gratuito del Gruppo all’800 966159, oppure consulta le nostre “Domande Frequenti” all’interno della sezione dedicata.

Torna Indietro