-

Il Piano di Assistenza Individualizzato

Cos’è, e perché è importante?

Da 16 Novembre 2021 Blog, Servizi in Rsa

Conosciuto anche come “PAI”, il Piano di Assistenza Individualizzato è un documento fondamentale per l’entrata dell’Ospite nella nuova Rsa. E, anche nel post-emergenza, questo documento trova ampio spazio, poiché è sinonimo di ascolto e cura delle esigenze di ognuno. Vediamo, dunque, a cosa serve e come viene compilato. 

Cos’è il PAI?

il PAI è un prezioso documento che ci dà un quadro accurato e una valutazione dettagliata del profilo funzionale, psico-sociale, delle necessità assistenziali e delle risorse dell’Ospite, essenziali per il suo perfetto inserimento nella nuova vita in Rsa e per garantire sempre la miglior qualità di vita.

Il Piano di Assistenza Individualizzato si unisce, generalmente, ad altri documenti, come ad esempio il PDTA (acronimo di Percorsi Diagnostici Terapeutici Assistenziali) o il PTI (Piano Terapeutico Individuale), utili a completare nel dettaglio la valutazione della situazione medica e terapeutica di ogni Ospite.

Come si compila il PAI?

Il PAI viene redatto durante la riunione d’équipe in Rsa, che si tiene al momento dell’ingresso del nuovo Ospite in Struttura. 

Il PAI si sviluppa attraverso una serie di domande fondamentali che servono a pianificare le fasi di diagnosi, di cura o riabilitazione, di mantenimento e tutto ciò che serve a garantire il benessere dell’Ospite, per programmare una sana routine, ogni giorno. Per questo, il PAI viene compilato, se possibile, alla presenza della famiglia dell’Ospite, o dei suoi amministratori di sostegno.

Non solo PAI: sono tantissimi gli strumenti che il Gruppo Edos mette a disposizione per un sereno inserimento e per garantire sempre il massimo ascolto di ogni esigenza, alla base della miglior cura e della miglior qualità di vita per senior e categorie fragili. Un esempio? Le nostre FAQ all’interno del sito.

Prosegui