Il Caregiver: l’importanza di mantenersi attivi senza rinunciare alle proprie passioni

Da 15 Giugno 2019 Agosto 6th, 2020 Blog, Consigli Senior
caregiver: mantenersi giovani

La Dott.sa Fiorillo, psicologa del Gruppo Edos, ci dà alcune indicazioni pratiche sull’importanza del mantenersi attivi e del non abbandonare mai le proprie passioni:

  • Il tuo corpo e le tue emozioni ti inviano campanelli d’allarme ben precisi: difficoltà di riposo notturno, crisi di pianto o di rabbia, insofferenza. Parti  da questi segnali per gestire lo stress, evitando ripercussione negative per la propria salute e per la qualità della relazione;
  • puoi e devi premiarti: con un appuntamento dal parrucchiere, acquistando una nuova camicetta, con un cinema con gli amici più cari, una cena con il tuo partner;
  • Condividi la tua esperienza in gruppi di aiuto, formati e messi a disposizione da vari enti o organizzati dalle RSA; oppure affidati a psicologi, o scegli di parlare con qualcuno di fidato, come un amico o un parente, per un momento di confidenza e svago;
  • Mantieni i rapporti con gli altri: prendi un caffè dalla vicina di casa, sorseggia un aperitivo con qualche amico. Non perdere di vista “gli altri”, le persone che fanno parte della tua vita.

La possibilità di un aiuto

Certamente: la quotidianità con l’anziano può essere difficile, ma può rappresentare un momento di condivisione e di avvicinamento unico con un genitore o un fratello, perché è la relazione d’affetto a guidare ogni caregiver.
Ma, in caso, la situazione raggiunga delle condizioni di impossibilità nella gestione domestica, è importante sapere che è possibile ricorrere all’aiuto di volontari o a ricoveri di sollievo presso Rsa: per questo, in caso di necessità, il nostro centro assistenza è a vostra disposizione con informazioni e vicinanza in ogni momento!

Torna Precedente