Consigli per gli Stati di Agitazione Anziani
-

I consigli per calmare gli stati di agitazione

Come comportarsi per agire in maniera positiva

Da 15 Ottobre 2019 Blog, Consigli Senior
Consigli per gli Stati di Agitazione Anziani

Proviamo, quindi, a fare chiarezza, elencando quali segnali devono destare in noi sospetti:

  • il disorientamento spaziale: quando, per esempio, nel bel mezzo di un tragitto che si compie d’abitudine, non si sa più dove si è;
  • un’eventuale tendenza ad avere uno stato confusionale acuto;
  • la perdita delle autonomie principali: smettere di fare cose normali e quotidiane in autonomia, come lavarsi, vestirsi, cucinare;
  • agitazione, insonnia, soprattutto se prima non si erano mai manifestate.

I consigli per calmare gli stati di agitazione

Per migliorare la nostra quotidianità e la qualità della vita dei nostri cari, possiamo mettere in pratica alcuni consigli semplici quanto validi, per agire in maniera positiva su questi stati:

  • reagiamo con calma: non rispondiamo di scatto o con aggressività, ma agiamo con dolcezza, parlando, rassicurando, magari tenendo la mano;
  • ricorda che punizioni e rimproveri sono totalmente inefficaci e, anzi, potrebbero provocare una reazione ancora peggiore;
  • cerchiamo di controllare la musica, per volume e tipologia, così come l’uso improprio della TV, soprattutto se sintonizzata su programmi violenti o con immagini forti;
  • favoriamo la routine che, in questi casi, è positiva: per esempio, diamo i pasti, alziamo e facciamo riposare i nostri cari sempre alla stessa ora; nei momenti in cui l’anziano è lucido, cosciente e in grado anche di ricordare.

Prendi, quindi, questi momenti per cercare una collaborazione da parte sua, magari pensando insieme a una terapia farmacologica e all’aiuto concreto di un professionista.

Torna Precedente
Continua a Leggere