Governo clinico e Gruppo Edos: garanzie di sicurezza e di dialogo

Da 15 Novembre 2019 Agosto 7th, 2020 Blog, Salute Senior
Il Governo Clinico nelle Rsa

Come abbiamo detto nello scorso appuntamento, il Governo Clinico è un sistema che fa “apparire chiaro quanto sia necessario per puntare a un miglioramento continuo e per permetterci di soddisfare con prontezza i bisogni dei nostri assistiti”: così ci dice il Dott. Matteo Marastoni, Responsabile del progetto di Clinical Governance  per il Gruppo, e che ci racconta, in questo nuovo blog post, come questa filosofia rappresenti un tratto distintivo aziendale.

Governo Clinico: qual è la situazione in Italia?

In Italia sono diverse le esperienze di implementazione di Governo clinico, anche se nessuna legge nazionale impone alle organizzazioni sanitarie di applicare questa filosofia.

Il Gruppo Edos mette la qualità dell’assistenza davanti alla normativa in vigore: le procedure di governance ci permettono di essere sempre lungimiranti, di guardare avanti con la consapevolezza di voler puntare alla qualità professionale”. 

Il tutto avviene attraverso l’ascolto attivo e consapevole,oltre a tanti altri step che, nel quotidiano, compongono la filosofia del Governo Clinico. Vediamo insieme quali sono, insieme al Dott. Marastoni:

  • Innanzitutto, la formazione: “la priorità è quella di rispondere ai bisogni dei nostri ospiti proprio con la formazione continua, per migliorare gli esiti del di quel processo che abbiamo chiamato ‘prendersi cura’. Ecco perché tutti gli infermieri del Gruppo sono iscritti all’Ordine degli Infermieri (OPI) e aderiscono al progetto nazionale ECM. Inoltre, per una formazione continuativa, ogni struttura ha una bacheca rivolta ai dipendenti dove è possibile prendere visione dei corsi di formazione sul territorio.” 
  • Parliamo con voi, in maniera attiva: “la gestione dei reclami rientra in un approccio olistico e di sistema del governo clinico. In azienda prevediamo revisioni quantitative e qualitativa dei casi, per discutere e imparare oggettivamente da queste casistiche: perché, per noi, i reclami sono diretti indicatori di qualità dell’organizzazione sanitaria nei nostri servizi, e non possono essere ignorati.” E infine, la gestione del rischio clinico: “la gestione del rischio clinico comprende un insieme di iniziative che riducono il verificarsi di danni o di eventi avversi. Il miglioramento della qualità deve necessariamente passare attraverso la riduzione degli errori e degli eventi critici: sotto questo aspetto la Governance aziendale lavora quotidianamente sul cambiamento culturale all’errore, per imparare da questi e per erogare un’assistenza in costante miglioramento.
  • E infine, la gestione del rischio clinico: “la gestione del rischio clinico comprende un insieme di iniziative che riducono il verificarsi di danni o di eventi avversi. Il miglioramento della qualità deve necessariamente passare attraverso la riduzione degli errori e degli eventi critici: sotto questo aspetto la Governance aziendale lavora quotidianamente sul cambiamento culturale all’errore, per imparare da questi e per erogare un’assistenza in costante miglioramento.

Nessuna consuetudine, nessun metodo che non possa essere rivisto ma, da sempre, ci affidiamo a una base scientifica per dialogare e per fornire sempre più servizi in linea con le esigenze dei senior, dei più fragili, delle famiglie.

Torna Precedente